Paccheri con carciofi

Chi ha detto che la pasta debba essere solo di grano duro?

Ho iniziato a provare delle paste nuove,ultimamente, tipo questa di sola farina di legumi, adatta sia a celiaci che a diabetici, incuriosita dal suggerimento di una amica “Tulipano24”.

Lei mi scrive:

“Ciao Annalisa, ti segnalo questa pasta originale che ho potuto provare e devo dire che ho gradito molto il suo sapore ed inoltre l’ho trovata molto leggera e ritengo sia una valida alternativa alla pasta tradizionale.

La caratteristica di questa pasta è quello di essere fatta solo di farina di legumi quali ceci, fagioli bianchi, piselli gialli decorticati. La sua formulazione è bilanciata per favorire l’apporto di proteine vegetali e fibre con pochi carboidrati.

Prodotto italiano garantito. I legumi utilizzati vengono cotti a vapore e successivamente essiccati e macinati a basse temperature per preservare al meglio le proprietà nutritive dei legumi.

Questa pasta è naturalmente senza glutine ed è adatta a tutti compresi gli sportivi che devono seguire una dieta, ai vegani e ai diabetici. Si consiglia di condire la pasta con verdure padellate, pesti vari, pesce. Meglio evitare condimenti a base di burro, panna e sugo di pomodoro perché potrebbero dare un retrogusto amarognolo per la concentrazione di Sali minerali presenti nei legumi.

La storia di Legù nasce nel 2015, insieme all’azienda che l’ha creata, ITineri srl. L’azienda è stata fondata da Monica e Andrea e si trova ad Albizzate, in provincia di Varese. Andrea si è sempre occupato di ristorazione e Monica è laureata in scienze e tecnologie della ristorazione. Insieme hanno deciso di rivisitare il cibo, rendendolo più buono e più salutare.
La filosofia di ITineri è semplice e precisa:

IL CIBO PUÒ, E DEVE, ESSERE MIGLIORATO.”

 

pasta-con-carciofi.jpg

 

Ingredienti per 4 persone

250 gr di pasta

4 carciofi

1 scalogno

1 l brodo vegetale

sale q.b.

50 gr di parmiggiano

2 cucchiai di evo

Procedimento

Procedete pulendo i carciofi, utilizzate dei guanti in lattice oppure passate del limone sulle mani,  togliete le foglie esterne più spesse e lasciate quelle più tenere, tagliate le sommità più dure. Ottenuto il cuore del carciofo, dopo aver eliminato la barbetta, tagliate a spicchi e dopo averli privati del gambo riponeteli in un’ampolla piena di acqua un pò acidula in maniera che non si anneriscano.

Finita la pulizia dei carciofi, potete dargli una sbollentata, 10 minuti circa.

Nel frattempo tritate lo scalogno e fatelo cuocere in una padella con l’olio, aggiungete i carciofi e fate cuocere, aggiungendo del brodo per non fare bruciare lo scalogno.

Portate a ebollizione l’acqua, versate la pasta e cuocete a fuoco basso per 3 minuti con un filo di olio extra vergine d’oliva. Scolate la pasta e versatela nella padella con i carciofi e fate amalgamare il tutto.

A fine cottura spegnete e aggiungete del  parmigiano per mantecare.

Il vostro piatto è pronto.

Buon appetito!

Cavolfiore gratinato al forno

Sempre di corsa! e allora meglio inventarsi qualcosa di semplice, veloce e soprattutto gustoso da mettere subito in tavola…

IMG_6083.JPG

Ingredienti

1 cavolfiore

50 gr di formaggio grattugiato

pangrattato q.b.

sale e pepe q.b.

Procedimento

Tagliate a cimette il cavolfiore e lavatelo accuratamente. Fate cuocere al vapore o lessate  in acqua bollente e salata per circa 20 minuti in modo che la verdura risulti morbida terminata la cottura.

Terminata la cottura, tagliate tutto grossolanamente e versate in una teglia ricoperta di carta forno e ricoprite il cavolfiore con del pangrattato già mescolato con un pò di sale, formaggio e se lo desiderate un pizzico di pepe.

Infornate in forno preriscaldato per circa 15 minuti a 200° o fino a quando il pangrattato non risulterà dorato.

Il vostro piatto è pronto. Lasciate raffreddare un pò in modo da poter tagliare le vostre porzioni e servite.

Buon appetito!

Articolo di WordPress

 

Verdure saltate con mandorle

E’ bello chiacchierare con le amiche perchè ogni tanto ti vengono suggerite anche ricette nuove o suggerimenti che ti fanno pensare “ma perchè non ci ho pensato prima?”  🙂

 

verdure saltate.jpg

 

Ingredienti

500 gr di cicoria selvaggia

1 spicchio d’aglio

2 cucchiai di evo

pangrattato q.b.

sale q.b

mandorle affettate q.b.

Procedimento

Pulite la verdura e lessatela in abbondante acqua salata e a fine cottura scolateli togliendo l’acqua in eccesso.

In una padella mettete l’olio e i 1 spicchio d’aglio schiacciato, attendete che l’olio sia caldo e versate la verdura, aggiungete un pizzico di sale e del pangrattato mescolando il tutto per fare insaporire.

Il vostro piatto è pronto, sistemate su un piatto di portata e cospargete di mandorle .

Buon appetito!

Articolo di WordPress