FMTECH Award Very Nice Blog

fmtechavnb.jpg

Nulla capita per caso! e questo è il motto di casa nostra e devo dire che anche questo Award non è capitato per caso 🙂

Ringrazio Anna del blog annamyworldofmakeup.wordpress.com, che ha pensato a me per questo premio inaspettato che come dicevo non è per nulla capitato per caso. Anzi ne approfitto per festeggiare il nostro 1° compleanno 🙂

Grazie di cuore Anna!!!!

FMTECH AVNB ovvero l’FMTECH Award Very Nice Blog.
Con questo Award anch’io voglio cogliere l’occasione per premiare con la coccarda sopra riportata i blog che si ritengono più interessanti e che si contraddistinguono fra quelli che frequentiamo o leggiamo e poterli così segnalare a nostra volta a coloro che ci seguono o ci leggono. Un modo per ringraziare coloro che ci hanno trasmesso qualche emozione con i loro spazi, con i loro scritti, con i loro blog e quindi riconoscerne la bellezza non tanto legata all’aspetto di grafica ma di contenuto e emozionale.
Per partecipare basta segnalare la pagina dell’iniziativa: FMTECH AWARD, inserire la coccarda e nominare (dando almeno una motivazione articolata e utile per gli altri lettori) 10 o più blog che si seguono o si intendono segnalare ai vostri lettori.
Questo Award lo voglio dedicare a tutti voi AMICI per ringraziarvi per le emozioni che mi avete dato in quest’anno trascorso insieme. Grazie!!!!!!!!
Nomino:

Lory, di dolceesalatosenzaglutine.wordpress.com
Alice, di lacucinadiverdolina.wordpress.com
Manuela, di ilmondodiortolandia.com
Iris, di iriseperiplo.wordpress.com
Alice, di ciccetime.wordpress.com
Luana, di luanamoregola.wordpress.com
Stefania, di thefittybee.com
Francesca, di ilsalvadanaiodisupermamma.com
Ilaria, di ricettedacoinquiline.wordpress.com
Ivy, di bloodyivy.it
Simona, di grembiuledacucina.wordpress.com
Martina, di menuadhoc.it
Giovanni, di vinvivendo.wordpress.com
Violeta, di violetadyliopinionistapercaso2.wordpress.com

 

#PIZZA TAG

pizzac.png

Ringrazio The Fitty Bee che mi ha nominata e il blog Niente Panico che è ha ideato il Tag, la cui descrizione è la seguente:” Questo è un tag “da prendere alla leggera”, ma saporito: vi invito a raccontare che pizza ordinate solitamente e come le mangiate, cercando da ciò riflessi del vostro carattere.”

Le Regole per partecipare sono semplici .

1. Usare l’immagine originale del Tag.
2. Citarne l’ideatore e ringraziare chi vi ha nominato.
3. Raccontare che pizza scegliete, il perché, come la mangi e l’intreccio con la tua personalità.
4. Taggare altri bloggers

Secondo voi, io che sono una buona forchetta per giunta siciliana, che pizza potrei adorare se non la Norma???? con quelle melanzane fritte e quella spolverata di ricotta salata di sopra…. adoro! ma se ho voglia di farmi del male allora vado sulla Parmiggiana, sempre con le melanzane fritte, uova sode, mozzarella e prosciutto cotto…niente da aggiungere. Provo ogni tanto a cambiare, ma non c’è verso la mia scelta ricade sempre su queste,chissà perchè 🙂

Adoro mangiare la pizza con le mani e se il bordo è super croccante va via prima del condimento. I love PIZZA!

Nomino (sperando che non siano già stati nominati):

Dolce & Salato Senza Glutine

CelapossiamofareBlog

Il Salvadanaio di Super Mamma

 

Analisi del 2015

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog.

Ecco un estratto:

Un “cable car” di San Francisco contiene 60 passeggeri. Questo blog è stato visto circa 3.000 volte nel 2015. Se fosse un cable car, ci vorrebbero circa 50 viaggi per trasportare altrettante persone.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

 

3000 Volte grazie a chi a condiviso con me questo mio spazio perché adesso è diventato anche il vostro.

Grazie a chi mi ha ispirata, a chi mi ha supportata e a chi mi ha sopportata, a chi mi segue e a chi mi invita a fare sempre di più. Grazie ai miei amici che mi danno sempre la carica per andare avanti, e poi un grazie infinito, permettetemelo, a Lui il mio diabetico preferito che mi ha incoraggiata in qualsiasi mia avventura.

3000 volte grazie ancora a tutti Voi!

Buon 2016 Amici!

Diario di una cuoca e un diabetico: i limiti sono diventati regole, e le regole ci hanno aiutato.

 

In questo modo io ho deciso di affrontare la sfida del diabete di Nino

e lo racconto su http://www.sweetalks.net .

Qui di seguito l’intervista:

Diario di una cuoca e un diabetico.
La cuoca in questione si chiama Annalisa, il diabetico in questione si chiama Nino. La storia d’amore in questione si svolge a Catania.
Perché sì, è ovviamente una storia d’amore. Ma non solo. È anche una storia di malattia che – seppure stravolge, modifica, atterrisce – viene affrontata e vinta.
Il diabete non passa come un’influenza, ma il diabete può essere domato, circoscritto, compreso, accettato. Accettare è la chiave di svolta.
Perché la prima fase della malattia di Nino è caratterizzata dal rifiuto. Fingere di non avere il diabete, pensare che prima o poi passerà, sgarrare ogni tanto, perché tanto cosa può succedere?
Invece, entra in gioco l’insulina. Annalisa, tutta questa storia, non la vive in prima persona, però per prima inizia a combattere. Lo dice a Nino, glielo promette: “Vedrai che ce la faremo”.
Per due siciliani, due buone forchette, due buongustai, il cibo diventa la prima cosa da rivoluzionare. Nino mangiava 500 gr di pane al giorno, che sono dovuti diventare 50. Inizialmente l’ha vissuta come una tragedia, racconta Annalisa. Le abitudini alimentari sono difficili da scardinare. “Però adesso ci prendiamo una pagnotta e la dividiamo in due. E sappiamo che è quello che possiamo mangiare”. In due hanno diviso molto altro, Annalisa e Nino, 12 anni insieme.
Annalisa potrebbe concedersi un’alimentazione diversa, ma non lo fa, mangia le stesse cose di Nino, e più che una privazione è diventata una scoperta. Si possono mangiare le panelle, ma si evita di farle fritte. Si può mangiare la caponata, ma in versione light; si può mangiare il cous cous, ma con le verdure grigliate.
“Diario di una cuoca e un diabetico” è un blog che Annalisa ha iniziato a scrivere, perché ha capito che era possibile mangiare in modo diverso, più sano. La regolarità, la varietà alimentare, l’introduzione dell’integrale, l’eliminazione dei grassi animali, sono stati dettati inizialmente dal diabete, ma ora sono uno stile di vita che loro amano e che li fa sentire bene.
“I limiti sono diventati regole, e le regole ci hanno aiutato”.
Il blog di Annalisa è il racconto di una quotidianità speciale. È quasi un ossimoro semantico: una cuoca e un diabetico insieme? Si può fare? Certo, si può, eccome!
Si può mangiare bene, anche se si è diabetici? Certo, eccome! Si può cambiare il proprio modo di intendere il cibo? Certo, eccome! E va fatto e andrebbe fatto da tutti. Lo dice Annalisa, che diabetica non è, e da questo cambio alimentare ha avvertito solo giovamento. Quindi, provate il suo sformato di zucca e ricotta, il suo plumcake con farina integrale e gocce di cioccolato, il suo risotto al basilico. Provate queste ricette, povere di grassi e cariche di tutta la positività che si legge nei suoi occhi.
“Ho chiamato il mio blog: diario di una cuoca e di un diabetico, perché io cucino tutti i giorni per Nino e quello che volevo dire è proprio questo: lo faccio ora e continuerò a farlo. E non ti lascio solo nella tua malattia.”
È chiaro questo, che Annalisa non molla e che il legame è rinsaldato ad ogni pasto, ogni volta che al mercato sceglie gli ingredienti, ogni volta che taglia le verdure, ogni volta che scola la pasta. Ogni piccola azione a ricordare che “Non ti lascio solo nella tua malattia”. E davvero, non mi viene in mente una ricetta migliore di questa.
Intervista ad Annalisa Zingale

 

Carciofi fave e piselli

Ecco un’altro piatto che rappresenta la primavera….

Carciofi con fave e piselli

Ingredienti per 4 persone

8 carciofi

1 kg di piselli freschi

1 kg di fave fresche

qualche rametto di finocchietto selvatico

sale e pepe q.b.

2 cucchiai di evo

Procedimento

Dopo aver pulito i carciofi togliendo tutte le foglie dure e la barbetta interna, tagliateli a spicchi e lasciateli a mollo in una ciotola con acqua e limone. Sbucciate dopo anche le fave e i piselli.

In una padella versate l’olio e i carciofi , coprite con un coperchio, dopo qualche minuto versate un pò d’acqua e lasciate cuocere a fuoco lento sempre coprendo. Dopo 10 minuti di cottura, se è necessario aggiungete altra acqua, versate i piselli, le fave e il finocchietto e fate cuocere mescolando di tanto in tanto. Ricordatevi l’acqua non dovrà mancare mai sul fondo della padella.

Fate cuocere il tutto fino a quando le verdure non saranno ben stufate e a fine cottura regolate di sale e pepe. Il vostro piatto è pronto e servitelo freddo.

Buon appetito!

Articolo di WordPress

Farro e asparagi

Certo che la primavera mi sta risvegliando tante voglie, e tra queste c’è quella di andare al mercato.

I nostri mercati offrono sempre grandi colori e in questo periodo trovi tantissime verdure e ortaggi.

Ed ecco fatto, mi si sono presentati davanti una distesa di asparagi e allora perchè non approfittarne?

Farro e asparagi

Ingredienti per 4 persone

350 gr di farro perlato

1 mazzetto di asparagi

cipolla

sale q.b.

50 gr di parmiggiano

2 cucchiai di evo

Procedimento

Pulite gli asparagi e li fate lessare in abbondante acqua non troppo salata. Quando saranno pronti tagliateli a tocchetti lasciando più lunga la cima.

Fate soffriggere la cipolla con 2 cucchiai di evo per un paio di minuti e aggiungete gli asparagi sia quelli tagliati a dadini che le cime. Fate appassire il tutto per 5 minuti, togliete le cime mettendoli da parte e aggiungete il farro.

Rosolate e tostate il tutto per qualche minuto e poi aggiungete piano piano l’acqua dove avete  cotto gli asparagi e mescolate. Continuate ad aggiungere un poco alla volta il brodo mentre continua la cottura, circa 30 minuti, aggiustate se è necessario altro sale.

A fine cottura spegnete e aggiunte il parmigiano per mantecare e guarnite con le cime messe da parte precedentemente.

Buon appetito!

Articolo di WordPress