Paccheri con carciofi

Chi ha detto che la pasta debba essere solo di grano duro?

Ho iniziato a provare delle paste nuove,ultimamente, tipo questa di sola farina di legumi, adatta sia a celiaci che a diabetici, incuriosita dal suggerimento di una amica “Tulipano24”.

Lei mi scrive:

“Ciao Annalisa, ti segnalo questa pasta originale che ho potuto provare e devo dire che ho gradito molto il suo sapore ed inoltre l’ho trovata molto leggera e ritengo sia una valida alternativa alla pasta tradizionale.

La caratteristica di questa pasta è quello di essere fatta solo di farina di legumi quali ceci, fagioli bianchi, piselli gialli decorticati. La sua formulazione è bilanciata per favorire l’apporto di proteine vegetali e fibre con pochi carboidrati.

Prodotto italiano garantito. I legumi utilizzati vengono cotti a vapore e successivamente essiccati e macinati a basse temperature per preservare al meglio le proprietà nutritive dei legumi.

Questa pasta è naturalmente senza glutine ed è adatta a tutti compresi gli sportivi che devono seguire una dieta, ai vegani e ai diabetici. Si consiglia di condire la pasta con verdure padellate, pesti vari, pesce. Meglio evitare condimenti a base di burro, panna e sugo di pomodoro perché potrebbero dare un retrogusto amarognolo per la concentrazione di Sali minerali presenti nei legumi.

La storia di Legù nasce nel 2015, insieme all’azienda che l’ha creata, ITineri srl. L’azienda è stata fondata da Monica e Andrea e si trova ad Albizzate, in provincia di Varese. Andrea si è sempre occupato di ristorazione e Monica è laureata in scienze e tecnologie della ristorazione. Insieme hanno deciso di rivisitare il cibo, rendendolo più buono e più salutare.
La filosofia di ITineri è semplice e precisa:

IL CIBO PUÒ, E DEVE, ESSERE MIGLIORATO.”

 

pasta-con-carciofi.jpg

 

Ingredienti per 4 persone

250 gr di pasta

4 carciofi

1 scalogno

1 l brodo vegetale

sale q.b.

50 gr di parmiggiano

2 cucchiai di evo

Procedimento

Procedete pulendo i carciofi, utilizzate dei guanti in lattice oppure passate del limone sulle mani,  togliete le foglie esterne più spesse e lasciate quelle più tenere, tagliate le sommità più dure. Ottenuto il cuore del carciofo, dopo aver eliminato la barbetta, tagliate a spicchi e dopo averli privati del gambo riponeteli in un’ampolla piena di acqua un pò acidula in maniera che non si anneriscano.

Finita la pulizia dei carciofi, potete dargli una sbollentata, 10 minuti circa.

Nel frattempo tritate lo scalogno e fatelo cuocere in una padella con l’olio, aggiungete i carciofi e fate cuocere, aggiungendo del brodo per non fare bruciare lo scalogno.

Portate a ebollizione l’acqua, versate la pasta e cuocete a fuoco basso per 3 minuti con un filo di olio extra vergine d’oliva. Scolate la pasta e versatela nella padella con i carciofi e fate amalgamare il tutto.

A fine cottura spegnete e aggiungete del  parmigiano per mantecare.

Il vostro piatto è pronto.

Buon appetito!

Zuppa di lenticchie nere con spigarello

Avete mai sentito parlare della lenticchia nera? Eppure è un legume tipico dell’entroterra siciliano ed ha un gusto dolce e delicato. Inoltre, è molto ricca di ferro e sali minerali.

Era molto apprezzata fino agli anni 50.Dal dopoguerra la sua produzione è andata via via scemando rischiando quasi l’estinzione. Fortunatamente è stata ripresa la produzione recentemente da alcune aziende dell’ennese e del palermitano.

IMG_5975.JPG

E conoscete il broccolo spigariello? E’ un ortaggio della famiglia delle Crucifere, molto apprezzata da Etruschi e Romani.

IMG_5979.JPG

zuppa di lenticchie nere.jpg

Ingredienti per 4 persone

350 gr di lenticchie nere

1 carota

1 costa di sedano

1 cipolla

1 mazzetto di spigarello

evo q.b.

sale q.b.

Procedimento

In una pentola versate le lenticchie sciacquate sotto l’acqua corrente, aggiungete dell’acqua fino a coprirle e aggiungete carota, sedano e cipolla precedentemente tritati, mettendo a cuocere il tutto a fiamma alta.

Appena raggiungerà il bollore abbassate la fiamma e lasciate cuocere per circa 15 minuti, aggiungete la verdura già pulita e lasciate cuocere fino a fine cottura, ricordandovi di mescolare di tanto in tanto per non fare appiccicare il fondo.

Fate cuocere il tutto per circa 30 minuti e qualche minuto prima della fine aggiungete del sale. Inoltre, se desiderate più cremosa la zuppa potete prendere un mestolo di lenticchie e frullarle prima della fine della cottura, rimettendole in pentola per amalgamare il tutto.

 Il vostro piatto è pronto e potete servirlo aggiungendo un filo di evo sul piatto a crudo, dei crostini e se lo desiderate una spolverata di peperoncino.

Buon appetito.

 

 

Vellutata di finocchio

L’anno nuovo dovevo iniziarlo con una nuova ricetta sana e leggera 🙂

Oggi avevo proprio voglia di qualcosa di depurativo e semplice e così in pochi minuti è venuta fuori questa prelibatezza!

 

vellutata di finocchio.jpg

Ingredienti per 4 persone

3 finocchi

2 cucchiai di olio evo

500 gr di brodo vegetale

1 cipolla

1 arancia

sale e pepe q.b.

Procedimento

Mondate e tagliate il finocchio a listarelle sottili.

Tritate la cipolla e versatela in una pentola con un filo d’acqua. Lasciatela cuocere e quando diventerà trasparente aggiungete l’olio lasciando rosolare per qualche minuto.

Aggiungete il finocchio tagliato e mescolate, coprite con un coperchio e fate cuocere fino a quando il finocchio non diventi morbido, aggiungendo un pò di brodo o dell’acqua calda.

Finita la cottura aggiustate di sale e pepe, e con l’aiuto di un mixer a immersione frullate fino ad ottenere una crema liscia e vellutata.

Distribuitela, infine, nei piatti e guarnite la vostra vellutata con della scorza di arancia.

Il vostro piatto è pronto, servitelo caldo.

Buon appetito!

 Articolo di WordPress

Vellutata di cavolfiore

Ecco qui un’ altra ricetta facile e veloce da preparare! direi anche ottima per questo periodo…

Io adoro il cavolfiore e qualche volta aggiungo degli ingredienti diversi per arricchire il piatto ed ecco che escono fuori delle sorprese, come questa vellutata…

 

vellutata di cavolfiore1.jpg

Ingredienti per 4 persone

1 cavolfiore

2 cucchiai di olio evo

500 gr di brodo vegetale

2 cucchiaini di curcuma

mandorle affettate q.b.

Procedimento

Mondate e tagliate il cavolfiore a cimette.

In una pentola versate il brodo e portatelo a ebollizione, versate il cavolfiore e lasciate cuocere per circa 30 minuti.

Finita la cottura aggiungete l’olio evo, la curcuma e con l’aiuto di un mixer a immersione frullate fino ad ottenere una crema liscia e vellutata.

Distribuitela, infine, nei piatti e guarnite la vostra vellutata con qualche mandorla affettata per dare croccantezza.

Il vostro piatto è pronto, servitelo caldo.

Buon appetito!

 Articolo di WordPress

 

Vellutata di zucca e ricotta

Ogni viaggio ti lascia un ricordo e un’ispirazione!

Come questo piatto che ho avuto modo di gustare a Singapore in un ristorante italiano grazie all’Accademia della Cucina Italiana.

Spero che lo Chef Cerea del ristorante “Basilico” non si offenda se ho fatto qualche modifica 🙂

vellutata-di-zucca

Ingredienti per 4 persone

1 kg di zucca pulita

1 porro

2 cucchiai di olio evo

500 gr di brodo vegetale

2 cucchiaini di curcuma

 sale e pepe q.b.

250 gr di ricotta fresca

Procedimento

Iniziate pulendo il porro e tagliandolo a rondelle. Scaldate l’olio in una casseruola capiente, unitevi il porro e fatelo soffriggere per qualche minuto, a fuoco non troppo basso, facendo attenzione che non si bruci ma facendolo tuttavia rosolare bene. Se necessario, sfumate con poco brodo vegetale.

Tagliate la zucca a cubetti, aggiungetela nella casseruola e lasciate insaporire per qualche minuto, aggiungete il brodo vegetale e lasciate cuocere per circa 30 minuti, mescolando spesso. Quando la zucca risulterà molto morbida e quasi sfatta, aggiungete la curcuma e regolate di sale e pepe.

Frullate accuratamente con il mixer a immersione fino ad ottenere una crema liscia e se la desiderate più vellutata, setacciatela con un colino a maglie strette.

Distribuitela, infine, nei piatti e guarnite la vostra vellutata con qualche cucchiaio di ricotta fresca.

Il vostro piatto è pronto, servitelo caldo.

Buon appetito!

 Articolo di WordPress

Riso Venere con Broccoletti

Il segreto è variare il più possibile la propria dieta e non far mancare le verdure e le fibre solubili che ci vengono fornite dai cereali integrali, non sottoposti a raffinazione.

La fibra solubile, deve fare parte della terapia nutrizionale del diabete, perchè si comporta come un vero farmaco, cioè aiuta a rallentare lo svuotamento dello stomaco e l’assorbimento del glucosio dall’intestino nel circolo sanguigno, evitando i picchi glicemici e riducendo così lo stimolo alla produzione dell’insulina.

 

riso-nero-con-cime-di-broccoletti

Ingredienti per 4 persone

250 gr di riso venere

1 o 2 mazzi di broccoli o di cime di rapa

2 spicchi d’aglio

2 cucchiai di evo

6 pomodorini secchi

5 di olive nere

3 o 4 cipolline nuove

sale q.b

peperoncino q.b

Procedimento

Lessate il riso venere in abbondante acqua bollente e salata e lasciate cuocere per circa 35 minuti, scolandolo alla fine della cottura e lasciandolo da parte per dopo.

Pulite e lavate i broccoli a cimette.

Lessate in abbondante acqua salata per qualche minuto la verdura e a fine cottura scolatela togliendo l’acqua in eccesso.

Nel frattempo in una padella mettete l’olio, la cipollina tritata e il peperoncino se lo desiderate e versate la verdura. Inoltre, aggiungete le olive tagliate e snocciolate e i pomodorini secchi. Saltate in padella per 5/10 minuti circa e aggiustate di sale se necessario.

Adesso assemblate il tutto, mettendo sia il riso nero che i broccoletti saltati nel vostro piatto.

Il vostro piatto è pronto.

Buon appetito!

Articolo di WordPress

Penne grano saraceno con radicchio rosso

Voglia di sperimentare! Così piano piano introduco nuovi alimenti nella nostra cucina di tutti i giorni.

Anche se molto diffidente, sono riuscita anche questa volta a fargli apprezzare qualcosa di nuovo…

Il grano saraceno è un pseudo-cereale, è un ottimo sostituto del grano per coloro che sono sensibili al grano o ad altri cereali che contengono le proteine del glutine.

Ha numerose qualità nutritive, che si riflettono anche sul benessere dell’organismo ed è ricco di potassio e magnesio, riesce a controllare i livelli di zuccheri nel sangue riducendo il rischio di diabete e combatte il colesterolo cattivo.

 

Pasta con radicchio.jpg

 

Ingredienti per 4 persone

280 gr di penne di grano saraceno

1/2 cepp0 di radicchio

1/2  cipolla

sale q.b.

Procedimento

Tagliate la cipolla e il radicchio a listarelle e metteteli ad appassire in un tegame per qualche minuto con un filo d’acqua. Aggiustate di sale e mettete da parte.

Cuocete la pasta, scolatela qualche minuto prima e saltatela in padella con il radicchio già pronto a fiamma moderata.

A fine cottura spegnete e  se desiderate potrete aggiungere del parmigiano per mantecare.

Il vostro piatto è pronto.

Buon appetito!

Articolo di WordPress

Lasagne alla zucca

Che meraviglia i pranzi in famiglia! ogni scusa diventa un motivo per stare tutti insieme. E’ proprio vero la tavola fa incontrare tutti 🙂

Così abbiamo pensato di metterci in cucina tutti e due insieme e tra un idea e l’altra è venuto fuori un pranzetto speciale e per la felicità del nipote vegetariano… molto Veg!

 

lasagne con zucca.jpg

Ingredienti per 12 porzioni

1 zucca di medie dimensioni

1 l di besciamella light

sale q.b

olio evo q.b

100 gr di formaggio grattugiato

1 scamorza affumicata

1 confezione di lasagne

Procedimento

Per la salsa di zucca:

Mondate e tagliate a pezzi la zucca. Mettetela in una casseruola coprendo a metà la zucca con acqua. Lessate per 20 minuti circa e frullate. Lasciate cuocere per qualche altro minuto la salsa aggiustando di sale e aggiungendo della noce moscata e della curcuma.

Dopo aver finito di preparare tutti gli ingredienti, scamorza tagliate a fettine e la besciamella, potete procedere con assemblare il tutto.

Sul fondo di una teglia spargete un filo d’olio, un pò di besciamella e un pò di salsa e iniziate a fare il primo strato. Coprite con le lasagne e spargete sopra della salsa di zucca e della besciamella, aggiungete del formaggio grattugiato e delle fette di scamorza. Procedete così cercando di ottenere almeno 2 strati. Lo strato finale copritelo solo con salsa di zucca, besciamella e del formaggio grattugiato.

Con una forchetta fate dei fori su tutta la lasagna e lasciate riposare per 20 minuti circa.

Mettete la teglia in forno preriscaldata a 200° per 20 minuti e se è necessario fate gratinare per qualche minuto. Terminata la cottura lasciate un pò riposare e servite tiepida.

Il vostro piatto è pronto.

Buon appetito!

Articolo di WordPress

Pasta con fagiolino

Mia cognata? Una fonte inesauribile di idee….

E io vi propongo un’altro suo piatto da provare almeno una volta 🙂

pasta-e-fagiolino

 

Ingredienti per 4 persone

200 gr di fagiolino

sale q.b

olio evo q.b

280 gr di spaghetto spezzato possibilmente integrale

Procedimento

Pulire e spuntare il fagiolino.

In una pentola portare a bollore abbondante acqua salata, immergere il fagiolino e lasciare cuocere per 20 minuti circa, in modo che il brodo possa diventare un pò cremoso.

Quando il brodo vi sembrerà pronto aggiungere la pasta e lasciare finire la cottura secondo il tempo consigliato. Prima della fine della cottura se è necessario aggiustare di sale.

Il vostro piatto è pronto e potrete servirlo aggiungendo un filo di evo sul piatto a crudo.

Buon appetito.

Articolo di WordPress

Cous Cous di peperoni

Si ritorna in cucina! Devo dire che questa è stata un estate molto impegnativa, ma allo stesso tempo piena di sorprese…

Adesso però si riprende a tornare alla normalità, ma la voglia di pensare alle giornate spensierate di questa estate non va via e così con questo piatto molto estivo continuo a ripensare alla mia estate. 🙂

 

couscous di peperoni.jpg

Ingredienti

200 gr di cous cous

200 ml di acqua

4 peperoni

15 mandorle tritate

olio extravergine d’oliva q.b.

sale q.b

Procedimento

Versate in una padella il cous cous e lasciatelo rosolare per qualche minuto, aggiungete un pò d’olio, un pizzico di sale, mescolando, togliete dal fuoco e verste l’acqua, coprite e lasciate riposare fino al raggiungimento della consistenza desiderata.

Nel frattempo, tagliate i peperoni a listarelle e disponeteli su una leccarda con un filo d’olio e un pizzico di sale e lasciate cuocere per circa 40 minuti in modo da risultare rosolate.

Riprendete il cous cous e con l’aiuto di una forchetta sgranatelo, aggiungete un pizzico di sale e i peperoni appena saranno pronti. Lasciate raffreddare e incorporate le mandorle tritate mescolate il tutto e lasciate riposare in frigo. Se il cous cous dovesse risultare troppo asciutto aggiungete un filo d’olio.

Più riposerà e più gustoso sarà.

Il vostro piatto è pronto.

Buon appetito!

Articolo di WordPress